[TUTORIAL] Configurare la navigazione anonima mobile con Orbot Android Tor Project e Orweb browser

imageIl Tor Project, che sicuramente tutti i Linux users (ma non solo) conoscono bene, sbarca ufficialmente su Android! Per chi non ne avesse mai sentito parlare, Tor è un proxy, molto popolare sui sistemi Linux, ma disponibile anche per MacOS e Windows 7, che permette la navigazione anonima su internet. Perfetto per la visualizzazione di siti oscurati o per i fan della navigazione sicura. Adesso questa possibilità è data anche agli Android users grazie a Orbot, il proxy vero e proprio, ed Orweb Browser, il browser del Tor Project pensato per la massima compatibilità con Orbot.

 

Caratteristiche

Orbot è un’applicazione davvero semplice, una volta configurata; infatti, la schermata principale è composta da un’unica finestra in cui premendo un grande bottone prolungatamente, verrà attivata la navigazione anonima. La configurazione non è molto più complessa: dobbiamo semplicemente scegliere la lingua (disponibile fra le tante anche l’italiano) e scegliere se concedere all’applicazione i diritti di root (senza di questi, solo le applicazioni compatibili consentiranno di navigare dietro la protezione di Orbot). A questo punto, l’app ci proporrà di scaricare due ulteriori programmi, ma senza nessun obbligo:

  • Orweb Browser: come detto in precedenza, browser progettato per funzionare in parallelo ad Orbot;
  • Gibberbot: un’applicazione di messaggistica istantanea crittografata per garantire la sicurezza della nostra privacy non solo durante la navigazione, ma anche durante le nostre conversazioni.

Detto, fatto! Orbot è bello che configurato. Orbot, se in esecuzione, sarà sempre visibile nella barra delle notifiche di Android. Tornando alla schermata principale, in alto a destra troverete due pulsanti. Il primo ci consentirà di accedere alle Impostazioni di Orbot per personalizzare il livello di sicurezza; fra le più interessanti, abbiamo varie voci per la personalizzazione del routing dei nostri dati (in breve, possiamo chiedere ad Orbot di scegliere specifiche strade per i dati in uscita dal nostro telefono sulla rete), la possibilità di rendere anonimi anche i dispositivi che si collegano in tethering al nostro smartphone (richiede i diritti di root) e la possibilità di personalizzare il proxy utilizzato.

Accanto al pulsante delle impostazioni, troviamo un pulsante con una spunta: premendolo, Orbot verificherà che il nostro browser di default stia effettivamente utilizzando la navigazione anonima. Se il check non ha successo, potrete sempre utilizzare Orweb, scaricabile dalla procedura di configurazione iniziale che si può ripetere in qualsiasi momento premendo il tasto menù e selezionando Wizard. Se però, come me, avete riscontrato un bug nel bottone del wizard per il download di Orweb, potrete trovare il link al browser, nonché quello ad Orbot, nella download box a fine articolo.

   


newsletter Per ricevere le ultime news direttamente nella tua e-mail iscriviti alla newsletter:

htcblog Tweaking GuideBOX DOWNLOAD

DOWNLOAD Orbot: Tor on Android:
QRCode
Web Market Page: https://play.google.com/store/apps/details?id=org.torproject.android
 
DOWNLOAD Orweb: Proxy+Privacy Browser
QRCode
Web Market Page: https://play.google.com/store/apps/details?id=info.guardianproject.browser

Articoli correlati